Navigation

Elezioni: Pelli lancia nella mischia i suoi consiglieri federali

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 dicembre 2010 - 10:23
(Keystone-ATS)

BERNA - I consiglieri federali PLR interverranno in modo molto più attivo che in passato nella campagna elettorale del 2011: dovranno aumentare la loro esposizione nei confronti della base del partito e del resto del pubblico. Lo afferma il presidente liberale radicale Fulvio Pelli, che vuole in tal modo raccogliere i frutti del lavoro svolto dai rappresentanti della sua formazione politica nell'esecutivo.
"Tutti i partiti utilizzano i consiglieri federali come locomotive elettorali", spiega il consigliere nazionale ticinese in un'intervista pubblicata oggi da "Sonntag". "Questo non è propriamente nello stile PLR. Noi non lo faremo in modo così provocatorio come lo fanno altri. Ma vogliamo che i consiglieri federali più apprezzati siano anche i più conosciuti", continua Pelli. Altrimenti si rischia che i frutti vengano raccolti da altri. "Lavoriamo meglio di quanto comunichiamo", sintetizza l'avvocato luganese.
Il partito ha già raccolto l'assenso di Didier Burkhalter e Johann Schneider-Ammann. Vedremo quindi presto i due ministri sui manifesti? "A questa domanda non posso ancora rispondere", afferma Pelli. A suo avviso una cosa è però certa: i membri del governo devono rimanere consiglieri federali e non essere trasformati in "soldati di partito".
Pelli auspica peraltro maggiore chiarezza anche nell'esecutivo: esiste la regola di condotta secondo cui due mesi prima di una elezione cantonale i consiglieri federali non possono esporsi. Altri partiti non la rispettano: bisogna quindi stabilire se sia ancora in vigore. Se la risposta è sì, deve valere per tutti, conclude il presidente PLR.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.