Navigation

Esportazioni di armi svizzere. in calo nei primi 9 mesi

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 ottobre 2010 - 11:44
(Keystone-ATS)

BERNA - L'industria svizzera dell'armamento registra nei primi nove mesi dell'anno un calo dell'esportazioni: in totale l'export è ammontato a 423 milioni di franchi, in flessione di quasi il 17% rispetto allo stesso periodo del 2009.
Le cifre sono state comunicate oggi dalla Segreteria di stato dell'economia (SECO). La Germania è risultata il miglior cliente con acquisti pari a 89,8 milioni di franchi, davanti all'Arabia Saudita, che ha importato dalla Svizzera materiale bellico per 65,6 milioni. Seguono Gran Bretagna (45,1 milioni), Belgio (31,4), Italia e Stati Uniti (entrambi 20 milioni).
L'esportazione di armi svizzere ha fatto segnare nel 2009 un livello record di 728 milioni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?