Navigation

Giappone: lieve fuga radioattiva in centrale Tsuruga

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 maggio 2011 - 11:58
(Keystone-ATS)

Una fuga di gas contenente limitate quantità di materiale radioattivo è stata registrata ieri nella centrale nucleare di Tsuruga, nel Giappone occidentale, senza tuttavia causare danni per l'ambiente circostante.

Secondo quanto riferito oggi dall'operatore dell'impianto, Japan Atomic Power Co., la perdita si è verificata da una tubazione dei gas di scarico del reattore n.2 ed è stata fermata.

La fuga, ha spiegato il gestore, non ha comportato conseguenze all'esterno del sito, dove non sono state rilevate variazioni nel livello di radioattività.

Il reattore n.2 era stato fermato manualmente sabato per controlli in seguito alla scoperta, la scorsa settimana, di un'eccessiva concentrazione di sostanze radioattive nell'acqua del sistema primario di raffreddamento.

Intanto la Chubu Electric Power Co. ha deciso di chiudere temporaneamente la centrale nucleare di Hamaoka, 200 km a sudovest di Tokyo, considerata uno degli impianti atomici a più alto rischio sismico del paese.

La decisione è stata annunciata oggi al termine di una riunione straordinaria dei vertici dell'azienda, che ha così raccolto l'invito del premier nipponico, Naoto Kan, a sospendere le operazioni per potenziare le misure di sicurezza anti catastrofe della centrale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.