Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Circa 1.500 persone hanno manifestato oggi dopo la preghiera della sera a Irbid, seconda città della Giordania (nel nord del Paese), per denunciare la "corruzione" del governo e chiedere riforme politiche. Mentre qualche ora prima una trentina di studenti universitari si erano radunati davanti al palazzo reale ad Amman per chiedere di "limitare i poteri del re Abdallah II" e "riforme costituzionali".

A Irbid, sindacalisti, rappresentanti di diversi partiti politici e organizzazioni di donne hanno partecipato alla "manifestazione contro la povertà e l'oppressione", hanno detto fonti sul posto. I dimostranti hanno inoltre distribuito un comunicato con le loro rivendicazioni, politiche e sociali, in 14 punti: principalmente la riduzione dei prezzi del carburante, azioni giudiziarie contro "i corrotti" e la revisione della legge elettorale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS