Navigation

KOF: economisti più ottimisti, pil +2,2% nel 2011

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 giugno 2011 - 12:57
(Keystone-ATS)

Ancora una volta gli economisti del KOF Consensus Forecast hanno rivisto al rialzo le stime per la Svizzera riguardanti la crescita economica per il 2011. Quest'anno, il Pil dovrebbe segnare una crescita del 2,2%, a fronte del 2% previsto 3 mesi fa.

Invariato invece il pronostico per il 2012, fermo a un +1,9%, ha indicato oggi una nota del Centro di ricerche congiunturali del Politecnico di Zurigo KOF. All'indagine trimestrale hanno partecipato 23 economisti.

L'ottimismo dei ricercatori risiede soprattutto nelle previsioni di crescita dell'export elvetico per quest'anno. In questo caso, le stime sono state riviste al rialzo portandole al 4,4%, contro il 3,3% del marzo scorso. Gli investimenti nella costruzione e nei beni d'equipaggiamento dovrebbero crescere del 3,8%, a fronte del 3,6% stimato tre mesi fa.

Sul fronte dell'impiego, gli economisti consultati dal KOF anticipano un tasso di senzalavoro del 3,2%; tre mesi fa era del 3,4%. L'inflazione dovrebbe attestarsi all'1% (0,9%).

Secondo gli esperti, il franco dovrebbe indebolirsi leggermente nei prossimi mesi. Fra tre mesi un euro dovrebbe valere 1,27 franchi. Oggi l'euro veniva scambiato a poco più di 1,22 franchi. Tra un anno il cambio dovrebbe essere di 1:1,32.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?