Navigation

Libano: tribunale Hariri, depositato atto accusa all'Aja

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 gennaio 2011 - 20:09
(Keystone-ATS)

BRUXELLES - Il procuratore del Tribunale speciale per il Libano (Tsl), che ha sede all'Aja (Olanda), ha depositato oggi pomeriggio un atto di accusa confidenziale nel quadro dell'inchiesta sull'attentato contro l'ex premier libanese Rafiq Hariri, avvenuto sei anni fa a Beirut. Lo ha annunciato il cancelliere del Tsl, Herman von Hebel, in un comunicato stampa.
Il procuratore canadese Daniel Bellemare ha depositato l'atto d'accusa nei confronti dei presunti mandanti ed esecutori dell'uccisione al giudice delle indagini preliminari, il belga Daniel Fransen. Bellemare ha annunciato per domani una dichiarazione sul significato dell'atto depositato che - secondo la nota di oggi - "segna l'inizio della fase giudiziaria dei lavori del tribunale".
Il Tsl è stato creato dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite il 30 maggio 2007 con il compito esclusivo di indagare sull'omicidio dell'ex premier libanese Rafiq Hariri, ucciso il 14 febbraio 2005 da un'autobomba assieme ad altre 22 persone. Il tribunale, presieduto dall'italiano Antonio Cassese, può prendere in esame anche altri omicidi, ma solo se collegati al caso Hariri.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?