Navigation

Sacrificio quaresimale: meno donazioni di privati nel 2010

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 maggio 2011 - 14:05
(Keystone-ATS)

Per la prima volta da anni, i donatori privati sono stati meno generosi nei confronti di Sacrificio quaresimale. Nel 2010, l'organizzazione cattolica ha ricevuto circa 20,84 milioni di franchi, 43'000 franchi in meno rispetto all'anno precedente, indica una nota odierna.

Secondo Sacrificio quaresimale, il motivo di questo calo è duplice: da un lato, a causa del terremoto di Haiti i donatori hanno destinato i loro contributi alle organizzazioni umanitarie; dall'altro, gli scandali legati alla pedofilia nella Chiesa cattolica hanno pure avuto un'influenza negativa.

L'organizzazione, che ha investito oltre 22,2 milioni di franchi (1 milione in più rispetto al 2009) in progetti in Svizzera e nei paesi in via di sviluppo, chiude l'esercizio con un deficit di 1,57 milioni. La situazione finanziaria "è tesa ma solida", relativizza Sacrificio quaresimale. In effetti, con un capitale d'esercizio corrente di 12 milioni di franchi lo svolgimento del lavoro è garantito.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.