Navigation

Scudo fiscale: San Marino, impatto contenuto a 995 milioni euro

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 novembre 2009 - 18:56
(Keystone-ATS)

SAN MARINO - La Banca Centrale della Repubblica di San Marino ha fatto il punto sugli effetti dello scudo fiscale italiano e ha accertato un impatto più contenuto del previsto, appena 995 milioni di euro.
Al 31 agosto 2009 la raccolta complessiva del sistema bancario sammarinese era di 13,6 miliardi. In concomitanza con l'entrata in vigore dello scudo fiscale, la stessa Banca Centrale ha attivato, con la collaborazione di tutte le banche sammarinesi, il monitoraggio dei movimenti finanziari, tenendo conto anche dei rimpatri giuridici, che non configurano un effettivo deflusso monetario. In base ai dati aggiornati al 10 novembre, le risorse finanziarie interessate dallo scudo fiscale sono state pari a 995 milioni, cioé il 7,3% della raccolta totale; l'incidenza dei deflussi monetari sulla raccolta diretta é stata del 7,9%, per un controvalore di 745 milioni di euro.
"Stiamo da tempo analizzando gli effetti delle recenti normative fiscali italiane sul sistema bancario sammarinese - ha detto Luca Papi, direttore generale di Banca Centrale - I dati in nostro possesso dimostrano che l'impatto al momento è decisamente più contenuto rispetto a stime, anche giornalistiche, errate e allarmanti".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.