Navigation

Siria: nord-est in fiamme, quasi 40 morti in disordini

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 giugno 2011 - 21:37
(Keystone-ATS)

Quasi 40 persone sono rimaste uccise nella città di Jisr al-Shughour, nel nord-est della Siria, in scontri tra forze di sicurezza e manifestanti anti-regime iniziati nella giornata di ieri e proseguiti anche oggi, nel giorno in cui Damasco denunciava le vittime provocate sul Golan dalle forze israeliane.

Secondo quanto hanno raccontato testimoni a alcune organizzazioni per la difesa dei diritti umani, tutto è iniziato quando gruppi di tiratori scelti, dal tetto del palazzo delle poste ieri hanno aperto il fuoco contro un corteo funebre durante le esequie di sei dimostranti morti venerdi. I civili uccisi nelle ultime 24 ore sarebbero stati almeno 31. Al conto delle vittime, vanno aggiunti anche sei poliziotti, secondo quanto ha detto alla BBC Rami Abdul Rahman, dell'Osservatorio siriano per i diritti umani. Altri attivisti dell'opposizione, stando all'emittente britannica, hanno accusato le forze di sicurezza di avere sparato sulla folla con mitragliatrici e lanciagranate.

Damasco oggi ha accusato le forze israeliane di avere ucciso almeno 20 manifestanti palestinesi e siriani sulle alture del Golan in occasione dell'anniversario della Guerra dei sei giorni del 1967. La repressione delle proteste anti-Assad, tuttavia, non si è fermata. L'agenzia ufficiale Sana ha confermato che a Jisr al-Shughour sono stati uccisi quattro agenti di polizia, chiamando in causa per i disordini "gruppi di terroristi che hanno seminato il terrore tra i cittadini che chiedevano protezione alle autorita".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.