Navigation

Studio: gli svizzeri sono felici, casalinghe italiane disperate

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 agosto 2011 - 18:12
(Keystone-ATS)

Praticamente tutti gli abitanti della Danimarca (96%) sono felici della propria vita. Nonostante la crisi economica sostengono la stessa cosa anche il 68% degli europei. Non se la passano male nemmeno gli svizzeri, che si dichiarano contenti nella misura del 71%. Lo rivela uno studio condotto dalla fondazione di Amburgo Zukunftsfragen.

Molto ottimiste in particolare le donne elvetiche (72%), con o senza bambini, con una buona istruzione e un'entrata economica famigliare fra i 9'000 e gli 11'999 franchi mensili. I maschi felici sono invece il 69%. Lo studio dimostra comunque che i soldi non fanno per forza la felicità: i più contenti sono infatti coloro che percepiscono uno stipendio medio. Ciò che viene confermato è comunque che i problemi economici sono spesso causa di tristezza (solo il 54% si dichiara soddisfatto in questo caso).

Al secondo posto di questa particolare classifica, dietro alla Danimarca, nonostante i gravi problemi finanziari troviamo i greci: in media l'80% degli ellenici si dichiara infatti felice.

Secondo un'altra ricerca condotta dal Centro studi donne e qualità della vita, le casalinghe italiane sono le più disperate d'Europa. Il loro sogno nel cassetto è fuggire, magari aiutate da una vincita al superenalotto, alle Maldive, alle Hawaii o alle Mauritius e se potessero tornare indietro non si sposerebbero.

Le italiche casalinghe, secondo lo studio, sono le più insoddisfatte con un tasso del 76%, davanti a spagnole (63%), francesi (57%), inglesi (51%) e tedesche (47%). Tra i motivi di insoddisfazione delle italiane al primo posto c'è la crisi economica e l'abbassamento del potere d'acquisto per quasi la metà delle intervistate (46%). Inoltre il 18% di loro lamenta un marito poco attento che non aiuta in casa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?