Navigation

Tunisia: rimozione ministro interni insufficiente, opposizione

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 gennaio 2011 - 20:09
(Keystone-ATS)

TUNISIA - La rimozione del ministro dell'interno, annunciata oggi a Tunisi, è stata giudicata "insufficiente" da una forza d'opposizione, il Partito democratico progressista (Pdp), che ha rinnovato oggi un appello a "riforme profonde" e ad un governo di salvezza nazionale.
"La misura è inferiore alle richieste del popolo tunisino, anche se si tratta di un riconoscimento del fatto che la repressione è senza speranza", afferma in una nota la segretaria generale del Pdp, Maya Jribi. Il Pdp ha chiesto come condizioni per uscire dalla crisi in atto un cessate il fuoco immediato, il ritiro delle forze di polizia dalle città e il rilascio di tutti gli arrestati.
"La Tunisia ha più che mai necessità di una riforma globale e della formazione di un governo di salvezza nazionale", ha sottolineato il Pdp.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?