Navigation

USA: caso Weiner, deputato "in malattia" per farsi curare

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 giugno 2011 - 22:34
(Keystone-ATS)

"Lo ammetto: ho un problema e ho bisogno di farmi curare. Chiederò un periodo di aspettativa". In questi termini Anthony Weiner, il deputato democratico di New York al centro di uno scandalo per aver inviato messaggi a sfondo sessuale ad almeno sei donne, ha ceduto oggi di fronte alla pressione crescente di avversari, stampa e colleghi e ha reso noto che chiederà alla Camera di potersi prendere una pausa per sottoporsi a una terapia in un centro specializzato.

Sempre più isolato all'interno del Partito Democratico, Weiner oggi era stato formalmente invitato anche da Nancy Pelosi a rassegnare le dimissioni. "L'onorevole Weiner - aveva dichiarato la ex Speaker della Camera - ha l'amore della sua famiglia, la fiducia dei suoi elettori e la consapevolezza di aver bisogno di aiuto. Invito l'onorevole Weiner a cercare questo aiuto senza le pressioni derivanti dal suo essere membro del Congresso". Poche ore dopo una portavoce di Weiner ha reso nota l'intenzione dell'esponente democratico di lasciare temporaneamente il suo seggio alla Camera per sottoporsi a una terapia "per diventare un marito migliore e una persona più sana". L'onorevole Weiner, "richiederà un breve periodo di assenza dalla Camera - ha detto la portavoce - in modo da valutare una cura che lo possa far stare bene". "L'onorevole Weiner - ha aggiunto - prende in seria considerazione i consigli dei suoi colleghi ed è giunto alla conclusione di aver bisogno di questo tempo per curarsi e per prendere la miglior decisione possibile per sè, la sua famiglia e i suoi elettori".

Weiner, 46 anni, è sposato da un anno con Huma Abedin, 35 anni, da tempo collaboratrice del segretario di Stato americano, Hillary Clinton (fa parte della sua delegazione impegnata in questi giorni in un viaggio in Africa). Nei giorni scorsi amici di famiglia avevano confermato al New York Times che la donna è incinta. Lo scandalo che ha coinvolto il deputato è scoppiato una settimana fa, quando sono state pubblicate sul web e-mail e foto compromettenti da lui stesso inviate ad almeno sei donne. Tra le e-mail, anche una foto oscena di se stesso. Weiner, poi, via web, avrebbe intrattenuto rapporti a sfondo sessuale anche con una minorenne. Lui ha sempre dichiarato di amare sua moglie, di non avere mai avuto incontri clandestini e di non avere alcuna intenzione di lasciare il suo incarico in Parlamento.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?