Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Per l'UDC, il "sì" odierno alla revisione della Legge sulla disoccupazione (LADI) rappresenta una scelta pragmatica del popolo svizzero e un chiaro segnale contro gli abusi. I cittadini, inoltre, hanno espresso il loro rifiuto a un innalzamento dei prelievi sui salari per finanziare l'AD.
Un "sì" alla revisione era necessario per rafforzare le basi finanziarie di questa assicurazione sociale, indica una nota odierna dei democentristi. Per il partito, il risanamento delle assicurazioni sociali in generale va condotto a livello strutturale e non mediante un incremento delle entrate o un innalzamento dei premi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS