Navigation

Yemen: migliaia manifestano a Sanaa a sostegno delle elezioni

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 febbraio 2012 - 17:29
(Keystone-ATS)

Nello Yemen migliaia di persone sono scese in piazza oggi a Sanaa per sostenere le elezioni presidenziali in programma il 21 febbraio prossimo, che vedono unico candidato il vice presidente, Abd Rabbo Mansour Hadi, dopo che ieri proteste erano scoppiate nel sud dello Yemen per contestare lo scrutinio.

I manifestanti di Sanaa, riferiscono testimoni, hanno però contestato l'immunità concessa al presidente uscente, Ali Abdallah Saleh, dallo stesso accordo di transizione firmato lo scorso novembre che ha aperto la strada alle nuove elezioni presidenziali. I dimostranti hanno chiesto che Saleh venga processato per le centinaia di vittime della repressione delle proteste che per dieci mesi hanno scosso il Paese.

Secondo notizie di stampa, Saleh, che si trova dalla fine di gennaio negli Stati Uniti per cure mediche, dovrebbe lasciare questo Paese il 18 febbraio prossimo per una destinazione sconosciuta.

Ieri proteste contro la candidatura unica di Hadi erano scoppiate nella città di Daleh, nel sud dello Yemen. Secondo alcuni testimoni, la polizia ha aperto il fuoco sui dimostranti, uccidendo due persone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?