Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Il Böögg, il pupazzo gigante imbottito di petardi che simboleggia l'inverno, è esploso questa sera a Zurigo dopo 12 minuti e 56 secondi. Secondo la credenza popolare, la rapidità del botto è presagio di un'estate piuttosto bella. Il sole ha del resto fatto bella mostra di sé per l'intero pomeriggio del "Sechseläuten", la festa delle corporazioni cittadine: e nelle strade si è riversata la folla delle grandi occasioni.
Migliaia di affiliati delle corporazioni e numerosi ospiti hanno preso parte al corteo che ha attraversato la città vecchia in direzione del prato dove il Böögg è stato eretto sopra un ammasso di fascine. Il corteo, accompagnato da carri allegorici che rappresentano i mestieri o i quartieri, è stato seguito da decine di migliaia di spettatori. Ospite d'onore: il canton Nidvaldo.
Alle 18.00 il fuoco è stato appiccato e i cavalieri hanno iniziato a compiere i loro caroselli intorno al rogo. L'agonia del pupazzo che simboleggia l'inverno è stata relativamente breve.
La tradizione pluricentenaria del "Sechseläuten" (letteralmente "suonare le sei") è legata agli scampanii della cattedrale della Grossmünster, che segnavano la fine della giornata lavorativa: con l'inizio della primavera si smetteva alle 18.00 invece che alle 17.00.

SDA-ATS