Anche i cristiano sociali favorevoli all'Europa ed alle Strade per tutti

Il PCS è presente con sezioni cantonali a Zurigo, Lucerna, Grigioni, Friburgo e Giura. PCS

Il Partito cristiano sociale svizzero (PCS) è favorevole alle iniziative «Sì all'Europa» e «Strade per tutti», ma respinge l'iniziativa «Per farmaci a prezzi più bassi».

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 gennaio 2001 - 17:47

Riunita sabato a Friburgo per decidere le parole d'ordine per la votazione del 4 marzo, l'assemblea dei delegati ha sostenuto con 32 voti contro 10 e 1 astenuto l'avvio immediato di negoziati di adesione all'Unione europea: occorre trattare subito, per sapere chiaramente le condizioni poste da Bruxelles, indica un comunicato diramato al termine dell'incontro.

Il PCS è presente con sezioni cantonali a Zurigo, Lucerna, Grigioni, Friburgo e Giura. Il suo esponente principale e unico deputato federale è il consigliere nazionale friburghese Hugo Fasel. Stando al programma di legislatura 1999-2003, il partito si posiziona in area di centro-sinistra.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo