Prospettive svizzere in 10 lingue

“L’agricoltura dovrebbe usare meno acqua”

Campo di grano sotto le nuvole scure
La quantità di denaro investita nella tecnologia di irrigazione intelligente dovrebbe essere quadruplicata nei prossimi dieci anni, ha affermato Hofer. Keystone / Lukas Lehmann

Con il riscaldamento climatico il consumo d'acqua deve essere ridotto nelle aziende agricole svizzere. A dirlo è il direttore dell'Ufficio federale dell'agricoltura (UFAG) Christian Hofer, che lancia un appello tramite stampa per i sistemi d'irrigazione intelligenti.

Per far fronte a periodi di siccità più frequenti e più lunghi, i produttori alimentari in Svizzera potrebbero coltivare più colture invernali e ricorrere a sistemi di irrigazione intelligenti, ha dichiarato il capo dell’Ufficio federale dell’agricoltura.

“Al momento la siccità è significativa: si vedono prati marroni ovunque”, ha dichiarato Christian Hofer in un’intervistaCollegamento esterno pubblicata sabato dai giornali Tamedia. “Se il tempo rimarrà così anche in luglio e agosto, ci saranno grosse perdite di raccolti”.

Hofer ha spiegato che mentre le precipitazioni sono rimaste costanti nel Paese nel corso degli anni, la loro distribuzione è cambiata. I ghiacciai, che fungono da serbatoi, hanno perso circa la metà del loro volume a causa dei cambiamenti climatici. Ora, inoltre, le precipitazioni tendono a essere più abbondanti in inverno che in estate, il che significa meno acqua durante la stagione di crescita.

“Dobbiamo prepararci al fatto che in futuro avremo scarsità d’acqua nei mesi estivi”, ha detto Hofer. “Dobbiamo imparare a produrre cibo con meno acqua. Anche in Svizzera non si può più dare per scontato che l’acqua scorra senza limiti”.

Altri sviluppi

Per far fronte a questa sfida, ha aggiunto, nei prossimi dieci anni si dovrebbe quadruplicare la quantità di denaro investita nelle tecnologie d’irrigazione intelligente.

Attualmente il Governo elvetico investe tra i 2 e i 3 milioni di franchi all’anno in queste tecnologie, oltre ai contributi dei Cantoni e degli agricoltori stessi.

Più coltivazioni invernali

Un’altra soluzione prevista sono le colture invernali: il grano invernale, ad esempio, potrebbe beneficiare delle piogge nei mesi freddi. Hofer suggerisce anche di praticare una coltivazione che conservi il suolo “per ridurre l’evaporazione e sfruttare al meglio le precipitazioni che arrivano direttamente sui campi”.

+ La siccità preoccupa anche nel Paese dell’acqua

Il direttore dell’UFAG ritiene inoltre che la Confederazione dovrebbe immagazzinare più acqua, pur riconoscendo che la mancanza di terreni disponibili per i bacini di ritenzione rappresenta un ostacolo. Il punto fondamentale, ha detto, è che “abbiamo bisogno di un sistema di gestione dell’acqua globale per evitare conflitti d’uso”.


In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo italian@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR