Salvare i coralli con la stampa tridimensionale

Gli oceani producono la metà dell'ossigeno del pianeta e i coralli ne sono la foresta pluviale. Ma le barriere coralline stanno scomparendo velocemente. Ulrike Pfreundt ha deciso di dedicare la propria vita per trovare una soluzione.

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 ottobre 2019 - 14:30

Pfreundt è biologa marina presso il Politecnico federale di Zurigo (ETHZ) e diventa velocemente triste quando parla della morte dei coralli. Con la stampa tridimensionale ha trovato un modo di creare delle barriere artificiali su cui del nuovo corallo può crescere.

Sta attualmente svolgendo dei test di laboratorio per verificare come le larve di corallo si adattano a queste strutture. Il suo scopo è quello di diffondere la sua invenzione negli oceani in modo che il corallo, da cui dipendono vasti ecosistemi, possa crescere nuovamente.

In vista delle elezioni federali di ottobre, l'ente radiotelevisivo SRG SSR presenta la serie di video #GenerazioneGlobale per illustrare le idee di dieci persone che vogliono cambiare il mondo.

End of insertion

Serie generazione globale









Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo