Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

FIRENZE - Entra nel vivo la "caccia" alla Battaglia di Anghiari, il leggendario dipinto di Leonardo da Vinci andato perduto e che potrebbe celarsi dietro una parete del Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze.
Dopo l'accordo sottoscritto nello scorso gennaio tra il Comune di Firenze con la National Geographic Society, il più autorevole istituto geografico al mondo, che verte sulla promozione e valorizzazione della ricerca del celebre affresco, c'è ora da registrare la consegna formale di 50mila dollari, prima tranche dei 250 mila dollari previsti dall'intesa.
L'assegno è stato consegnato al sindaco di Firenze Matteo Renzi da Alexander Moen, vicepresidente delle iniziative strategiche e dei programmi di esplorazione della National Geographic Society.
La ricerca della Battaglia di Anghiari tocca campi sia archivistici tradizionali che completamente innovativi: in particolare si sta studiando la possibilità di utilizzare uno speciale macchinario diagnostico che usa la tecnologia nucleare per scoprire se e dove si celi il dipinto.
In base a quanto previsto dal progetto, si prevede un'ampia collaborazione non solo per promuovere e far conoscere le ricerche sull'affresco, ma anche per produrre e diffondere materiale editoriale sulla cultura e la storia di Firenze. Inoltre la National Geographic darà ampia copertura giornalistica, sia cartacea che sul web che video, di tutte le fasi della ricerca.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS