Navigation

75 Pilatus per le forze aeree indiane

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 giugno 2011 - 11:49
(Keystone-ATS)

La Pilatus dovrebbe fornire 75 velivoli d'addestramento PC-7 alle forze aeree indiane. Secondo la Segreteria di Stato dell'economia (Seco) l'export degli aerei prodotti dall'impresa di Stans (NW) è stato autorizzato. La Pilatus non si è espressa in merito alla transazione.

Il gruppo interdipartimentale di controllo dell'export ha dato di recente il suo assenso, ha confermato Jürgen Böhler, capo del comparto presso la Seco. La notizia dell'affare, che dovrebbe essere comunicata nell'ambito del Salone dell'aviazione in corso a Le Bourget, in Francia, è stata data da alcuni quotidiani.

Finora era noto che la società elvetica figurava tra i tre candidati con le migliori chance di ottenere la grossa commessa. Ad "Aviation Week" Pradeep Vasant Naik, capo delle forze aeree dell'India, ha dichiarato che l'offerta della Pilatus è quella più conveniente. Stando alla rivista, la commessa ammonta a un miliardo di dollari. Il maresciallo ha indicato che con il venditore svizzero sono state avviate trattative sul prezzo. Dato che si tratta di un velivolo d'addestramento non armato, il PC-7 non è sottoposto alla Legge sul materiale bellico (LMB), bensì solo a quella sul controllo dei beni a duplice impiego (LBDI), ossia utilizzabili a fini civili e militari.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?