Navigation

Algeria: protestano anche guardie comunali e protezione civile

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 febbraio 2011 - 11:04
(Keystone-ATS)

Dopo infermieri, studenti, insegnanti e disoccupati scendono in piazza in Algeria anche gli agenti della Guardia comunale, i funzionari dei tribunali e la protezione civile.

Centinaia di guardie comunali hanno manifestato in diverse regioni del paese, per reclamare un miglioramento del loro contratto nazionale e aumenti salariali.

Decine di tribunali, in tutta l'Algeria, sono paralizzati da ieri per uno sciopero ad oltranza annunciato dai cancellieri. "Dopo 32 anni di servizio", ha dichiarato un funzionario del tribunale di Sidi M'hamed ad Algeri, "guadagno 22 mila dinari (circa 200 euro), gli stipendi dei magistrati sono stati aumentati più volte, ma non i nostri".

Mentre prosegue la protesta dei paramedici, gli insegnanti hanno annunciato uno sciopero generale per il 2 marzo, mentre la protezione civile avvierà uno sciopero ad oltranza il 27 febbraio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?