Navigation

Amnesty, distribuzione acqua nei Territori, protesta davanti ambasciata

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 ottobre 2010 - 18:15
(Keystone-ATS)

BERNA - Attivisti di Amnesty International hanno consegnato oggi all'ambasciata israeliana di Berna 13 mila firme in segno di protesta contro la distruzione di impianti per la distribuzione dell'acqua potabile nei Territori palestinesi occupati. Amnesty ha anche chiesto la fine del blocco della striscia di Gaza.
L'ambasciata, in un comunicato, ha subito ribattuto: Israele si attiene agli accordi sull'acqua negoziati con i palestinesi, i quali invece li violano, nella misura in cui hanno scavato 250 pozzi senza autorizzazione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo