Navigation

Arabia Saudita: libertà su cauzione per donna che guidava

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 maggio 2011 - 20:17
(Keystone-ATS)

Le autorità saudite hanno deciso di liberare su cauzione la giovane Manal al-Sharif, arrestata il 22 maggio per aver violato il divieto alle donne di guidare un'auto. La donna aveva diffuso il video su YouTube in segno di protesta.

"Siamo stati informati oggi della decisione di liberare Manal sotto cauzione - ha detto la sua avvocata, Adnane al-Saleh -. È in corso la procedura per la sua liberazione". Il legale ha auspicato che il caso sia "archiviato". Un appello per la sua liberazione e per la guida alle donne, con 3'345 firme, era stato presentato al re Abdullah.

Manal, consulente di sicurezza informatica di 32 anni, divorziata e madre di un bimbo di cinque anni, nel video aveva spiegato che il divieto di guida è un grosso problema per le single saudite: se non hanno i soldi per pagarsi un autista, per i loro spostamenti sono vincolate alla buona volontà dei famigliari maschi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.