Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LOS ANGELES - L'architetto austriaco Raimund Abraham, uno dei progettisti più "visionari" e "poetici" degli ultimi decenni, è morto all'età di 76 anni in un incidente mentre con la sua vettura percorreva l'autostrada di Los Angeles. L'annuncio della scomparsa è stato pubblicato oggi dal "Los Angeles Times", che precisa che l'incidente (l'auto si è scontrata con un autobus) si è verificato poche ore dopo che Abraham aveva tenuto una conferenza al Southern California Institute of Architecture.
Tra i progetti di maggior risonanza di Raimund Abraham figurano la Hypo House a Lienz (1993-96), un'avveniristica sede bancaria, la Casa della Musica ad Holzheim (1994), la sistemazione del lungolago di Ascona (2000) e la Casa dell'Architetto a Città del Messico (2000-2001). Il suo capolavoro è considerato il Nuovo Istituto Austriaco di Cultura a New York (1993-2001), un edificio che coniuga la gravità e la sospensione nello spazio e si proietta nel cielo e in esso si smaterializza.
Nato il 23 luglio 1933 a Linz, Raimund Abraham ha sempre lavorato tra Austria e Stati Uniti dove si era trasferito dal 1964. L'insegnamento ha costituito gran parte della sua attività: fino al 1968 ha avuto una cattedra alla Rhode Island School of Design a Providence, dal 1971 al Pratt Institute di New York; sempre nel 1971 venne nominato professore di architettura alla Irwin S. Chanin School della Cooper Union di Manhattan, nel 1985 professore alla Yale University e nel 1987 alla Harvard University.
Accanto all'attività di insegnamento, Abraham ha progettato e costruito soprattutto in Austria e negli Stati Uniti, ma anche in Svizzera, in Germania, Gran Bretagna, Canada e Italia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS