Navigation

Arte: morto a Roma il grande pittore americano Cy Twombly

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 luglio 2011 - 08:27
(Keystone-ATS)

L'artista statunitense Cy Twombly, uno dei grandi pittori dell'espressionismo astratto dell'America del secondo dopoguerra insieme a Robert Rauschenberg e Jasper Johns, è morto ieri a Roma. Aveva 83 anni. Ricoverato in ospedale da alcuni giorni, Cy Twombly, all'anagrafe Edwin Parker Jr, era da anni malato di un tumore.

L'annuncio della scomparsa è stato dato oggi dall'amico Eric Mezil, un gallerista francese, che fu il primo mercante dell'artista in Europa. Twombly si stabilì in Italia nel 1957, prendendo casa e studio a Roma. Da qualche anno il pittore viveva a Gaeta.

Le sue tele, che si riallacciano a Paul Klee e all'espressionismo astratto, sono coperte da segni, da graffiti, da rare macchie di colore e hanno talvolta l'aspetto di pareti su cui si siano casualmente accumulate misteriose scritture, come testimonia il suo capolavoro "La scuola d'Atene" del 1961. Tra i pittori del segno e del gesto, Twombly rappresenta il passaggio dalla spontaneità pura dell'informale a una più meditata consapevolezza del valore del gesto come traccia e

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.