Navigation

Assemblea PBD: essere alternativa per elettori di destra, Grunder

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 gennaio 2011 - 10:18
(Keystone-ATS)

LIESTAL - Il partito borghese democratico (PBD) intende essere una reale alternativa per gli elettori di destra. È quanto ha dichiarato stamane il suo presidente Hans Grunder alla radio svizzerotedesca DRS. In vista delle elezioni federali di ottobre, il PBD spera di raddoppiare i seggi in Consiglio nazionale portandoli dagli attuali cinque a dieci, confermando il seggio alla Camera dei cantoni.
L'obiettivo principale del PBD, che si riunisce oggi in assemblea a Liestal (BL), resta comunque la conferma del seggio in Consiglio federale di Eveline Widmer-Schlumpf. A questo proposito, la ministra grigionese intende impegnarsi personalmente durante la campagna elettorale.
Dalla sua creazione, nell'autunno 2008, il partito ha conosciuto una buona progressione, ha sottolineato Grunder. Conta ormai quindici sezioni cantonali e 7'000 membri. "Siamo praticamente grandi quanto i Verdi", ha aggiunto.
Il PBD auspica di ampliare il suo elettorato nei ranghi borghesi, dove intravvede una possibilità di guadagnar voti. Secondo il suo presidente, reali chance di progressione sussistono nei cantoni di Berna, Zurigo, Argovia e Turgovia. Non esclude neppure sorprese nella Svizzera romanda.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?