Navigation

Attacchi Oslo: polizia giustifica tempi reazione a Utoya

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 luglio 2011 - 18:53
(Keystone-ATS)

Il capo della polizia norvegese Sveinung Sponheim ed il capo delle operazioni Johan Fredriksen hanno giustificato i tempi di reazioni all'attacco di Anders Behring Breivik sull'isola di Utoya con la necessita di "trovare le forze più adatte all'intervento" e con la "difficoltà di operare su un'isola".

Il capo della polizia ha precisato che il primo allarme alle forze antiterrorismo è arrivato alle 17:38 e che alle 18:20 i reparti Delta erano sulla terraferma davanti all'isola. Alle 18:35, hanno precisato, Breivik è stato arrestato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.