Navigation

Bancari chiedono miglioramenti salariali

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 ottobre 2012 - 12:53
(Keystone-ATS)

L'Associazione svizzera degli impiegati di banca (ASIB) rivendica un aumento della massa salariale dell'1,5%, al minimo 100 franchi supplementari al mese per ciascun dipendente. L'organizzazione sottolinea che il personale del settore è sottoposto a forti pressioni a causa dei programmi di ristrutturazione.

I mezzi ci sono, stando all'ASIB. Essa rammenta, citando i dati forniti dalla Banca nazionale, che nel 2011 gli istituti hanno realizzato utili pari a 13 miliardi di franchi, un dato in crescita del 20% rispetto all'anno prima.

Secondo l'associazione tali guadagni sono in parte dovuti alla compressione delle spese per il personale. Non sono stati ridotti soltanto i bonus per i direttori, bensì anche quelli degli impiegati, che hanno subito anche tagli degli effettivi. Una parte degli utili spetta al personale, sottolinea l'ASIB in una nota di oggi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo