Navigation

BE: sirene tengono sveglio un paese vicino Mühleberg

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 gennaio 2011 - 17:35
(Keystone-ATS)

Le sirene d'allarme, attivatesi a causa di un corto circuito, ieri notte hanno tenuto praticamente sveglio l'intero paese di Allenlüften, nei pressi di Mühleberg (BE), dove si trova una centrale nucleare. Non vi era alcun pericolo e la popolazione è stata informata via radio, ma non è riuscita a chiudere occhio.

I primi ululati alle 0.20, ha reso noto il portavoce della polizia bernese Heinz Pfeuti; l'allarme è stato disattivato ma ha ripreso a funzionare di sua iniziativa altre volte, fino alle 4, quando è stato costretto a tacere definitivamente. In caso di un allarme "normale" l'impianto viene disattivato da un orologio, ma stavolta c'era di mezzo un cortocircuito: Sono entrate in funzione le batterie che intervengono in caso di assenza di corrente e hanno fatto funzionare le sirene fino ad esaurimento della carica.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.