Navigation

Borsa: Europa senza smalto, in controtendenza materie prime

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 febbraio 2011 - 20:48
(Keystone-ATS)

Borse europee in ordine sparso con l'indice d'area Stxe 600 che chiude poco mosso (+0,1%). Tra i diversi titoli corre Renewable Energy (+14%) con la trimestrale sopra le attese. Bene anche Imperial Tobacco che sale del 5,9% sulle previsioni di pagare un dividendo più corposo. Valorizza il titolo anche la raccomandazione a "buy2 di UBS.

A Stoccolma, che cede l'1,43%, frena Electrolux (-7,8%) sulle previsioni di crescita modesta nel Nordamerica e in Europa e Scania (-2%) sui timori che la corona più forte possa influenzare l'andamento del primo trimestre.

A livello settoriale buona la seduta delle materie prime (sottoindice dj stoxx +2,15%) con l'evidenza di Lonmin (+4,06%), Rio Tinto ed Eurasian (entrambe +3,7%). Sotto pressione gli automobilistici (-1,52%) con le vendite che piegano Porsche (-4,6%) e Renault (-2,8%).

Di seguito, gli indici dei titoli guida delle principali Borse europee.

- Londra +0,71%

- Parigi -0,15%

- Francoforte -0,01%

- Madrid +0,39%

- Milano +0,57%

- Amsterdam +0,08%

- Stoccolma -1,43%

- Zurigo -0,02%

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo