Navigation

Borsa: New York in calo con timori contagio Europa

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 dicembre 2010 - 07:36
(Keystone-ATS)

NEW YORK - I timori che la crisi del debito europea si ampli affondano Wall Street, che chiude la seduta e il mese di novembre in territorio negativo.
Il Dow Jones ha perso ieri sera 46,47 punti, o lo 0,42%, a 11.006,02 punti, con Bank of America in calo del 3,2%, Procter & Gamble dell'1,7% e Hewlett- Packard dell'1,6%.
Il listino chiude in negativo anche il bilancio mensile, -1,01%, per la prima volta da agosto.
Il Nasdaq ha ceduto 26,99 punti, o l'1,7%, a 2.498,23 punti, con Google in flessione del 4,5% con l'apertura di un'indagine per posizione dominante in Europa e la possibile acquisizione di Groupon.
Lo S&P 500 è arretrato di 7,21 punti, o lo 0,61%, a 1.180,55 punti. La flessione si è registrata nonostante le buone indicazioni congiunturali provenienti dall'economia americana dove la fiducia dei consumatori è salita ai massimi degli ultimi cinque mesi. A preoccupare è la crisi del debito europea che sviluppa negli investitori un'avversione al rischio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?