Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Seduta negativa per la Borsa svizzera in un mercato condizionato dalle tensioni in Egitto. Dopo la pubblicazione di alcuni dati macroeconomici americani positivi, i listini si erano ripresi per poi ripiombare di nuovo e recuperare sul finale, parallelamente al miglioramento a Wall Street. L'indice SMI dei titoli guida ha chiuso a 6544,91 punti, in calo dello 0,13%. L'indice complessivo SPI ha terminato la giornata a quota 5878,80 (-0,09%).

Anche oggi ha inciso il ribasso del titolo Roche (-1,53% a 141,80 franchi). Il gigante farmaceutico aveva presentato ieri cifre per il 2010 al di sotto dei pronostici e aveva deluso gli investitori con previsioni caute per il 2011. La concorrente Novartis ha terminato con un incremento dello 0,85% (a 53,60 franchi). La Nestlé, l'altro titolo difensivo di peso, ha perso leggermente (-0,10% a 51,80 franchi).

Fra i giganti bancari il Credit Suisse è aumentato dello 0,54% (a 42,73 franchi), mentre l'UBS è in ribasso dello 0,58% (a 17,20 franchi) e la Julius Bär dell'1,71% (a 43,15 franchi). Negativi anche gli assicurativi: Zurich Financial è in discesa dell'1,02% (a 261,10 franchi), Swiss Re dello 0,19% (a 53,70 franchi).

Swatch Group (+1,31% a 387,20 franchi) e Richemont (+1,35% a 52,65 franchi) hanno beneficiato dell'ottimo andamento registrato dalle esportazioni orologiere in dicembre (+24,3%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS