Seduta negativa per la Borsa svizzera in un mercato condizionato dalle tensioni in Egitto. Dopo la pubblicazione di alcuni dati macroeconomici americani positivi, i listini si erano ripresi per poi ripiombare di nuovo e recuperare sul finale, parallelamente al miglioramento a Wall Street. L'indice SMI dei titoli guida ha chiuso a 6544,91 punti, in calo dello 0,13%. L'indice complessivo SPI ha terminato la giornata a quota 5878,80 (-0,09%).

Anche oggi ha inciso il ribasso del titolo Roche (-1,53% a 141,80 franchi). Il gigante farmaceutico aveva presentato ieri cifre per il 2010 al di sotto dei pronostici e aveva deluso gli investitori con previsioni caute per il 2011. La concorrente Novartis ha terminato con un incremento dello 0,85% (a 53,60 franchi). La Nestlé, l'altro titolo difensivo di peso, ha perso leggermente (-0,10% a 51,80 franchi).

Fra i giganti bancari il Credit Suisse è aumentato dello 0,54% (a 42,73 franchi), mentre l'UBS è in ribasso dello 0,58% (a 17,20 franchi) e la Julius Bär dell'1,71% (a 43,15 franchi). Negativi anche gli assicurativi: Zurich Financial è in discesa dell'1,02% (a 261,10 franchi), Swiss Re dello 0,19% (a 53,70 franchi).

Swatch Group (+1,31% a 387,20 franchi) e Richemont (+1,35% a 52,65 franchi) hanno beneficiato dell'ottimo andamento registrato dalle esportazioni orologiere in dicembre (+24,3%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.