Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Continua in territorio negativo la seduta odierna della Borsa svizzera. Verso le 11:30 l'indice dei valori guida SMI cedeva lo 0,99% a 6617,48 punti; quello allargato SPI l'1,09% a 5926,19 punti. Secondo gli operatori a pesare è in particolare la crisi in Medio Oriente e l'escalation della situazione in Libia.

Fino al pomeriggio non ci si attendono impulsi particolari: Wall Street aprirà dopo una giornata di chiusura, ieri, per festività e verrà reso noto tra l'altro l'indice Case-Shiller dei prezzi delle case e la fiducia dei consumatori americani.

Sul listino principale - i cui titoli risultano tutti in negativo - la perdita maggiore è segnata da Swatch Group (-2,91%). Oggi la Federazione dell'industria orologiera ha indicato che in gennaio le esportazioni hanno messo a segno un incremento del 16,9%, rispetto allo stesso mese del 2010, attestandosi a 1,14 miliardi di franchi.

Tra le blue chip con flessioni di oltre l'1% vi sono i bancari Cs Group (-1,94%) e Ubs (-1,23%), il peso massimo difensivo Novartis (-1,11%) e ZFS (-1,07%). Il gruppo assicurativo Zurich Financial ha annunciato di aver raggiunto un'intesa di massima con il gruppo bancario spagnolo Santander riguardante la distribuzione di prodotti e un investimento di fondi. Il valore dell'accordo è di 1,67 miliardi di dollari.

I pesi massimi difensivi Nestlé e Roche registrano perdite rispettivamente dello 0,48% e dello 0,72%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS