Navigation

Borsa svizzera: termina in parità

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 dicembre 2010 - 18:00
(Keystone-ATS)

ZURIGO - I guadagni alla Borsa svizzera, consistenti per quasi tutta la seduta, si sono azzerati sul finale. L'indice SMI dei titoli guida ha terminato la seduta a quota 6519,08, lo stesso livello di venerdì. L'indice allargato SPI ha chiuso a 5844,66 punti (+0,02%).
Fra i titoli difensivi di peso, i guadagni di Nestlé si sono assottigliati: il titolo ha chiuso con un rialzo marginale dello 0,09% (a 55,60 franchi). Novartis è invece in calo dello 0,75% (a 53,10 franchi), mentre Roche è di poco sotto la linea (-0,07% a 141,60 franchi). Quest'ultima ha fatto sapere che proporrà Paul Bulcke, Ceo di Nestlé, Christoph Franz, Ceo designato di Lufthansa e Peter Voser, Ceo di Shell quali nuovi membri del suo consiglio di amministrazione in occasione della prossima assemblea generale.
Quanto ai bancari, UBS ha terminato con una flessione dello 0,06% (a 16,14 franchi), mentre Credit Suisse è salita dello 0,67% (a 39,05 franchi) e Julius Bär dello 0,37% (a 43,80 franchi). Per l'UBS il domenicale "Sonntagszeitung" ha indicato che Kaspar Villiger, presidente del consiglio di amministrazione, e Oswald Grübel, presidente della direzione, rimarranno in carica fino alla fine del 2012.
Stando al "Financial Times", il Credit Suisse nei prossimi anni potrebbe emettere prestiti obbligatoriamente convertibili (Contingent Convertible Bonds, CoCo-bond) per un massimo di 30 miliardi di dollari al fine di rafforzare il capitale. Il primo doverebbe essere lanciato già l'anno venturo. I CoCo-bond sono nuovi strumenti di capitale automaticamente convertiti in azioni appena la quota dei mezzi propri della banca scende al di sotto di determinati parametri.
Zurich Financial ha segnato una progressione dello 0,37% (a 244,20 franchi), Swiss Re dello 0,20% (a 49,93 franchi). SGS, che ha annunciato oggi l'estensione delle sue attività in Spagna al controllo di veicoli, ha subito un calo dell'1,14% (a 1643 franchi). Robusto incremento per Transocean: +1,50% (a 71 franchi).
Tra i titoli più sensibili ai cicli congiunturali, ABB è salita dello 0,59% (a 20,50 franchi), Holcim ha perso lo 0,72% (a 69,40 franchi). Adecco è cresciuta dello 0,57% (a 61,90 franchi). Positivi anche i titoli del lusso: +1,92% per Swatch Group (a 429,70 franchi), +0,81% per Richemont (a 56,15 franchi).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?