Navigation

Borsa svizzera: vira in negativo e poi recupera

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 settembre 2010 - 15:40
(Keystone-ATS)

ZURIGO - Dopo una mattinata trascorsa quasi totalmente in territorio positivo, la Borsa svizzera ha virato in negativo intorno alle 14:30 per poi riprendere quota. Verso le 15:15 l'indice dei valori guida SMI guadagnava lo 0,12% a 6368,67 punti, quello allargato SPI lo 0,14% a 5640,83 punti.
Le pesanti perdite di Actelion si sono ulteriormente ampliate (-8,86%): da uno studio effettuato sul farmaco Clazosentan è emerso che esso non ha raggiunto il principale obiettivo. Il medicinale non ha ridotto in modo significativo il rischio di emorragia cerebrale. Tra i pesi massimi sempre in calo risulta Roche (-1,27%), mentre in progressione sono Nestlé (+0,47%) e Novartis (+0,71%).
Per quanto riguarda i bancari, UBS e Julius Bär guadagnano rispettivamente lo 0,86% e lo 0,24%, mentre cede lo 0,50% CS Group. Unici titoli a registrare una crescita superiore all'1% sono ZFS (+1,03%) e Transocean (+1,18%).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?