Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Dopo un timido avvio positivo, la Borsa svizzera ha cambiato ben presto rotta e soprattutto su pressione dei titoli bancari ha continuato per tutta la mattinata a perdere punti. Poco prima delle 11:10, l'indice guida SMI cedeva lo 0,83% a 6292,23 punti. Stessa musica per l'SPI che lasciava sul terreno lo 0,76% portandosi a 5575,31 punti. In ribasso anche le principali Borse europee, sula scia dei future di Wall Street.
Secondo un analista, a pesare sui bancari sono le previsione al ribasso delle stime di utili per le banche USA d'investimento fatte da Bank of America Merrill Lynch. Ciò spingerebbe al ribasso anche altri istituti attivi in questo settore finanziario.
La mattinata è stata particolarmente in rosso per CS che ha perso il 3,24% scendendo a 43,30 franchi. UBS ha ceduto il 2,22% e si è portata a 17,21 franchi. Julius Baer è scesa dell'1,71% a 36,89 franchi.
Anche alcuni pesi massimi spingono il listino dei 20 principali titoli elvetici al ribasso. Nestlé cede lo 0,38% a 52,30 franchi e Roche lo 0,59% portandosi a 135,50 franchi. Sotto pressione sono anche gli assicurativi con Zurich Financial che perde l'1,03% a 231,50 franchi e Swiss Re l'1,35% a 43,10 franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS