Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La presidente della Confederazione Micheline Calmy-Rey ha inaugurato oggi l'81esimo Salone dell'automobile di Ginevra, lanciando un appello alla responsabilità individuale per uno sviluppo sostenibile nel settore dei trasporti. La consigliera federale ha esortato il pubblico ad informarsi sull'efficienza energetica delle vetture esposte.

"La preoccupazione di proteggere il nostro mondo gioca un ruolo sempre più importante nell'acquisto di un veicolo", ha detto la presidente. "Le cifre lo confermano: sono sempre di più gli acquirenti potenziali che optano per un veicolo ibrido o con motore diesel", ha aggiunto.

La presidente ha visitato il Salone per più di un'ora e mezzo, dimostrando particolare interesse per le più recenti innovazioni tecnologiche, per i modelli dall'aspetto futuristico e per le vetture a propulsione elettrica, ibrida a gas o al bioetanolo.

Ha pure costatato che i modelli "verdi" sono più numerosi rispetto all'edizione 2010. "Ciò corrisponde ad un bisogno", ha osservato la consigliera federale. "Non lo nascondo, l'automobile mi piace, a condizione che sia verde", ha precisato.

Interrogata sulla presenza di hostess sugli stand espositivi, la presidente della Confederazione ha osservato che "mancano un po' gli uomini".

In calendario fino al 13 marzo, il Salone delle automobili di Ginevra riunisce 260 espositori di 31 paesi, che presentano 170 "prime" mondiali ed europee. I veicoli "verdi" sono circa una quarantina.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS