Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - I consumatori saranno chiamati alla cassa l'anno prossimo. Dal primo gennaio, il tasso IVA usuale salirà infatti dal 7,6% all'8%. A tale scopo, il Consiglio federale ha precisato i particolari legati a questo aumento dell'IVA in favore dell'Assicurazione invalidità (AI), accettato dal popolo lo scorso settembre.
L'aumento dell'IVA per il risanamento dell'AI è limitato a 7 anni. In questo lasso di tempo, l'aliquota normale salirà di 0,4 punti, mentre quella riservata ai beni di prima necessità sarà fissata al 2,5% (+0,1 punto). Il tasso speciale per le prestazioni alberghiere sarà fissato al 3,8% (+0,2 punti).
Il governo ha pure corretto alcuni punti nell'ordinanza d'applicazione della legge sull'IVA. Stando al Dipartimento federale delle finanze, è stato adeguato il limite di cifra d'affari e quello del debito fiscale per i contribuenti che allestiscono il rendiconto secondo il metodo delle aliquote saldo. Per 7 anni, il limite del giro d'affari è aumentato da 5 milioni a 5'020'000 franchi, mentre quello del debito fiscale passa da 100'000 a 109'000 franchi.

SDA-ATS