Navigation

Complicazioni postoperatorie costano miliardi

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 luglio 2011 - 12:50
(Keystone-ATS)

Le complicazioni che insorgono dopo le operazioni mediche costano miliardi di franchi l'anno, stando ad uno studio dell'Ospedale universitario di Zurigo. Per ridurre la fattura, gli autori consigliano di concentrare tutti i casi gravi o rari in pochi centri ospedalieri.

È la prima volta che una ricerca censisce le complicazioni e ne studia i costi. Il problema era noto ma finora le spese erano sottovalutate, affermano i ricercatori svizzeri. Hanno studiato i casi di 1200 pazienti che hanno subito operazioni al fegato, al pancreas, all'intestino e contro l'obesità. Le complicazioni sono state suddivise in cinque categorie in base alla gravità.

Per i pazienti senza complicazioni la fattura media si aggira attorno ai 28'000 franchi, mentre per le complicanze gravi raggiunge i 116'000 franchi.

Nel confronto internazionale, la Svizzera è ben piazzata con un tasso di complicazioni gravi del 19%. Per ridurre le spese lo studio suggerisce di concentrare in pochi centri le operazioni rare o a rischio, di migliorare la specializzazione e la prassi ospedaliera.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?