Navigation

Concistoro: papa a nuove porpore, in Chiesa nessuno è padrone

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 novembre 2010 - 12:25
(Keystone-ATS)

CITTÀ DEL VATICANO - Nel terzo Concistoro del suo pontificato, Benedetto XVI ha nominato oggi 24 nuovi cardinali, di cui venti "elettori" e quattro ultraottantenni. Tra loro anche lo svizzero Kurt Koch. A loro, nella cerimonia solenne nella Basilica di San Pietro, ha imposto la "berretta" cardinalizia, segno di come i nuovi membri del Sacro Collegio debbano essere pronti a difendere la Chiesa "fino all'effusione del sangue".
"Nella Chiesa nessuno è padrone, ma tutti sono chiamati, tutti sono inviati, tutti sono raggiunti e guidati dalla grazia divina. E questa è anche la nostra sicurezza", ha affermato il Papa nell'omelia, nella quale ha ricordato che il ruolo dei cardinali sia quello di dare "al Successore di Pietro una collaborazione più stretta e assidua, sostenendolo nell'esercizio del suo ministero universale".
Con i 24 nuovi cardinali il Papa domani concelebrerà la messa durante la quale consegnerà gli anelli cardinalizi. Con le nuove nomine, il Sacro Collegio comprende ora 203 porporati, di cui 121 "elettori" e 82 ultra-ottantenni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?