Navigation

CSt: niente obbligo managed care

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 dicembre 2010 - 10:39
(Keystone-ATS)

BERNA - Le casse malattia non devono essere costrette a offrire modelli alternativi d'assicurazione "managed care". Con 21 voti contro 14, il Consiglio degli Stati ha deciso di stralciare questa disposizione obbligatoria dalla revisione della Legge sull'assicurazione malattia (LAMal).
Per essere certo che la promozione delle reti di cure integrate non restasse lettera morta, il Consiglio nazionale aveva deciso di costringere gli assicuratori a proporre almeno un modello di assicurazione legato a questa forma di "managed care". Le casse malattia avrebbero tre anni di tempo, per garantire un'offerta sull'intero territorio.
Il Consiglio degli Stati ha anche rifiutato un compromesso proposto da Felix Gutzwiller (PLR/ZH) che voleva obbligare gli assicuratori a proporre un sistema alternativo senza specificare quale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.