Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Fare il punto sulle misure per rafforzare la stabilità finanziaria dell'Eurozona e sulla messa a punto della riforma della governance economica: a questo - spiega la portavoce dell'esecutivo Ue - servirà il vertice tra la cancelliera tedesca, Angela Merkel, e il presidente della Commissione Ue, Josè Manuel Barroso, che si terrà domai sera nei pressi di Berlino.

"Si tratta di un vertice informale fissato già da lungo tempo", ha spiegato la portavoce, sottolineando come lo scambio di vedute tra Merkel e Barroso servirà a preparare meglio i lavori del prossimo Consiglio dei capi di Stato e di governo della Ue, in programma il 4 febbraio a Bruxelles.

L'appuntamento sarà dunque l'occasione anche per un chiarimento tra Bruxelles e Berlino, dopo gli attriti delle ultime settimane sull'urgenza o meno di potenziare il Fondo salva-Stati attualmente dotato di 440 miliardi di euro.

Barroso aveva infatti proposto di rafforzare immediatamente la capacità finanziaria e il raggio di azione del Fondo (lo European financial stability facility, Efsf), chiedendo ai leader Ue di prendere una decisione proprio nel vertice di febbraio. Ma Berlino ha criticato duramente la fuga in avanti di Bruxelles, sottolineando come non vi sia nessuna urgenza e come il rafforzamento del Fondo vada contemplato solo nell'ambito di una risposta più vasta da dare alla crisi dei debiti sovrani.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS