Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Improvviso rimpasto ai vertici della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC), che dipende dal Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). Due vicedirettori, Jörg Frieden e Edita Vokral, sono stati rimossi dalle loro funzioni ed assegnati ad altro incarico.
La notizia di stampa è stata confermata oggi all'ATS da Lars Knuchel, responsabile dell'informazione al DFAE. Knuchel non ha voluto fornire ragguagli sui motivi della destituzione, invocando la protezione dei dati, né sulla futura attività di Frieden e della Vokral. Il loro posto sarà occupato dal primo ottobre ad interim dagli attuali sostituti, ha precisato il portavoce, in attesa che gli incarichi siano messi a concorso interno ed esterno.
Knuchel ha aggiunto che le rimozioni non sono in rapporto con la riorganizzazione in corso alla DSC, cominciata nel 2008. la Direzione aveva messo allora a concorso tutti i posti di lavoro presso la centrale di Berna: per mantenere l'impiego 400 dipendenti erano stati costretti a ripresentare una nuova candidatura.
Jörg Frieden, nato nel 1953 a Lugano, dottore in scienze economiche e sociali, è al servizio della Confederazione dal 1986. Dopo diversi anni di esperienze all'estero tra cui cinque in Nepal come direttore del programma di cooperazione svizzera e consigliere nella missione di pace dell'Onu, era rientrato alla centrale di Berna il primo gennaio 2008, nominato dalla ministra degli esteri Micheline Calmy-Rey vicedirettore della DSC e capo del settore Cooperazione globale. Edita Vokral, nata nel 1960 a Praga, era vicedirettrice della DSC e capo del settore Cooperazione regionale dal primo ottobre 2008.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS