Navigation

Edilizia: buon primo trimestre grazie a inverno mite

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 giugno 2011 - 12:24
(Keystone-ATS)

L'edilizia e il genio civile svizzeri continuano a godere di buona salute. Grazie a una congiuntura favorevole ma soprattutto all'inverno mite, il fatturato del settore principale della costruzione ha fatto un balzo del 15,1% nel primo trimestre 2011 rispetto ai primi tre mesi del 2010. E c'è ottimismo anche per il resto dell'anno.

Dopo un buon anno 2010, il settore ha registrato un volume d'affari di 3,7 miliardi di franchi tra gennaio e marzo, indica la Società svizzera degli impresari costruttori (SSIC) presentando oggi i risultati della sua inchiesta trimestrale presso i membri.

La "magnifica progressione" degli affari è imputabile, più che a un'accelerazione della congiuntura, alle buone condizioni meteorologiche, che hanno permesso alle imprese di svolgere i lavori senza interruzioni. Numerosi progetti hanno potuto essere eseguiti più in fretta del previsto.

Le ordinazioni in portafoglio a fine marzo erano in crescita del 7,3% rispetto a un anno prima, a 12,6 miliardi di franchi, un'evoluzione che concerne sia il genio civile (+9,4%) che l'edilizia (+4,4%). Queste solide riserve di lavoro consentono di prevedere volumi elevati anche per i prossimi trimestri, si rallegra la SSIC.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?