Navigation

Energia solare: Berna deve impegnarsi di più, dice Swissolar

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 maggio 2011 - 18:05
(Keystone-ATS)

Confederazione e Cantoni devono fare di più per promuovere l'energia solare. Forte di questa convinzione, l'Assemblea generale dell'Associazione svizzera dei professionisti dell'energia solare (Swissolar) ha adottato oggi a Berna una risoluzione nella quale si chiede di migliorare le condizioni quadro per questo tipo di energia.

In futuro è ad esempio plausibile e auspicabile che nelle nuove costruzioni e nelle ristrutturazioni oltre la metà dell'acqua calda possa essere generata ricorrendo all'energia solare. Nella risoluzione si chiede inoltre che tutti i tetti e le facciate degli edifici adatti allo scopo vengano utilizzati per la produzione di energia fotovoltaica.

Le restrizioni sulla rimunerazione per l'immissione di energia a copertura dei costi (RIC) vanno inoltre immediatamente annullate, esige l'industria solare nella risoluzione. Vanno pure aumentate le risorse finanziarie per la formazione professionale, la garanzia della qualità, per la ricerca e la consulenza nel solare.

In una nota, Swissolar propone di finanziare queste misure riducendo i fondi per la ricerca sul nucleare che ammontano a circa 40 milioni di franchi all'anno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?