Navigation

Export orologi sempre sostenuto, nonostante franco forte

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 settembre 2011 - 10:00
(Keystone-ATS)

Se l'export elvetico in generale è in calo a causa dell'apprezzamento del franco svizzero, il settore orologiero gode invece di una salute invidiabile. In agosto, le esportazioni sono aumentate del 16,4% su un anno, a 1,3 miliardi di franchi.

Il ritmo sostenuto del settore registrato da inizio anno è rimasto a un livello vicino al 20%, indica in una nota odierna la Federazione dell'industria orologiera svizzera (FH). Nei primi 8 mesi dell'anno, la crescita si è attestata al 19,2%.

I principali mercati per i prodotti elvetici hanno registrato una crescita a due cifre in netta progressione. Guida la classifica Hong Kong, con una crescita del 18,4% a 271,1 milioni. L'export verso gli Stati Uniti è salito del 21,8% a 127,3 milioni. Segue la Cina, con un balzo del 44,3% a 110,5 milioni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?