Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERLINO - Migliaia di persone hanno protestato oggi a Berlino per una maggiore protezione dei dati personali e un minore controllo dello Stato sui cittadini.
Con questa iniziativa, guidata tra gli altri dal leader del sindacato Verdi, Frank Bsirske, una grossa parte della popolazione chiede al governo uno stop alla raccolta dei dati personali dei dipendenti.
Bsirske, infatti, ha chiesto l'abolizione del cosiddetto sistema "Elena", un computer centrale in grado di immagazzinare milioni di dati che dovrebbe partire dal 2012 e che verrà usato per il controllo delle dichiarazioni dei redditi. La storia europea degli ultimi 80 anni ci insegna "per quali scopi folli le raccolte dati possono essere usate in seguito", ha detto il leader sindacale.
È il secondo anno consecutivo che i cittadini protestano per una maggiore protezione dei dati personali. Oggi, secondo le stime della polizia, hanno partecipato alla manifestazione circa 7.500 persone, in calo rispetto alle 10mila del 2009.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS