Navigation

Giustizia militare apre inchiesta su atto nonnismo

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 ottobre 2011 - 17:20
(Keystone-ATS)

La giustizia militare indagherà su un "rito di iniziazione", organizzato alla caserma di Bure, nel Giura, per mettere alla prova i nuovi arrivati a un corso di ripetizione per granatieri.

Lo ha detto il portavoce dell'esercito Daniel Reist, dopo che il filmato del "rituale" è stato pubblicato da Blick.ch. Reist ha precisato che i fatti, risalenti al 20 settembre, sono gravi: i soldati sono stati costretti a ingoiare uova crude, con tanto di guscio, oppure a bere birra dai propri stivali. Stando a Blick.ch, ai novelli granatieri sarebbe anche stato ordinato di servire la cena ai commilitoni in mutande.

La giustizia militare dovrà chiarire se il comandante di compagnia, diretto responsabile del corso di ripetizione, fosse a conoscenza di tale atto di nonnismo o se vi abbia addirittura partecipato. Le indagini, ha detto Reist, prenderanno avvio domani.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?