Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

COIRA - Dal 30 al 40% delle aziende estere attive nei Grigioni non pagano i salari minimi o violano disposizioni sull'orario di lavoro. È quanto è emerso da controlli effettuati presso 1520 aziende.
Complessivamente nel 2009 erano presenti nel Cantone 2300 ditte estere con 4800 dipendenti, ha fatto sapere il Dipartimento dell'economia pubblica e socialità in una nota. Oltre il 90% di esse erano imprese dell'edilizia principale e accessoria.
Il numero delle infrazioni è in calo rispetto agli anni precedenti, grazie alla fitta rete di controllo creata dall'Ufficio cantonale per l'industria, arti e mestieri e lavoro (UCIAML) e dall'Ufficio di vigilanza sul lavoro dei Grigioni, si legge nel comunicato.
Per garantire alle imprese indigene condizioni eque, è indispensabile che la concorrenza estera si attenga alle disposizioni concernenti il salario e la durata del lavoro valide sul posto, rammenta il Dipartimento.

SDA-ATS