Navigation

In agosto ondata di caldo e piogge intense

Il mese di agosto è stato uno dei più caldi dall'inizio delle misurazioni KEYSTONE/Alessandro Crinari sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 31 agosto 2020 - 18:26
(Keystone-ATS)

In Svizzera, il mese d'agosto che sta per concludersi è stato uno dei più caldi dall'inizio delle misurazioni, con giornate tropicali nella seconda parte del mese. Negli scorsi giorni però i quantitativi di pioggia sono risaliti diffusamente sopra la norma.

È quanto indica l'Ufficio federale di meteorologia e climatologia (MeteoSvizzera) in una nota odierna.

Con una temperatura media mensile di 15,2 gradi (superiore alla norma 1981-2010 di 1,4 gradi) agosto 2020 entrerà nella top 10 di quelli più caldi da 155 anni a questa parte. A Lugano, Locarno Monti, Basilea e Ginevra, risulterà persino tra il terzo e il quinto mese più caldo.

Solamente nel 2003, con una temperatura media nazionale di quasi 18 gradi, si era registrata un'ondata di calore davvero superiore. Il secondo mese di agosto più caldo risaliva agli inizi degli anni 1990.

Per quanto riguardo l'evoluzione del mese che sta per concludersi, si è passati da una Festa Nazionale sotto un sole cocente, in cui le temperature massime a sud delle Alpi hanno sfiorato i 34 gradi, mentre al Nord hanno superato questo valore, precisa ancora MeteoSvizzera.

Dopo un passaggio a tempo più fresco, dal 19 agosto il caldo è tornato a farsi sentire su tutta la Svizzera. A sud delle Alpi si sono verificate quattro giornate tropicali, con temperature massime comprese tra 30 e 32 °C, mentre al Nord hanno raggiunto i 31-33 °C, nella regione del Lemano i 34-35 °C e in Vallese localmente perfino i 36 °C.

Se fino al 27 agosto i quantitativi di pioggia si sono mantenuti al di sotto della media mensile, tra il 28 e il 29 in Ticino e nelle regioni limitrofe del Canton Grigioni si sono verificate forti precipitazioni a carattere temporalesco. Tra il 29 e il 30 agosto le forti piogge hanno interessato anche il versante nordalpino orientale. Responsabile del fenomeno atmosferico è stata una depressione che dal Golfo di Genova si è spostata verso nordest, conclude MeteoSvizzera.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.